Notizie dal Nord Milano

Biglietto Unico Integrato: non più sogno ma realtà. Dal 15 luglio rivoluzione nel sistema dei trasporti milanesi.

Il biglietto unico integrato non sarà più un sogno ma realtà: finalmente un unico biglietto per viaggiare su tutti i mezzi pubblici, indipendentemente dal tipo di mezzo (bus, treno, tram e metro) e dall’azienda che gestisce il servizio.
Dal 15 luglio, grazie all’entrata in vigore del Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità (STIBM), ogni volta che si acquisterà un biglietto o un abbonamento di fatto verrà “comprata” un’area – formata da 2 o più corone contigue – all’interno della quale sarà possibile circolare liberamente per il periodo di validità del titolo di viaggio (90 minuti).
Il nuovo sistema tariffario avrà infatti come riferimento la città di Milano, dalla quale partiranno le 9 corone concentriche, rappresentanti ciascuna una zona tariffaria: un sistema interconnesso, efficiente e in linea con gli standard di una città moderna come la Grande Milano che ha sempre avuto una forte vocazione metropolitana e cosmopolìta.
Tra i nuovi vantaggi del biglietto unico integrato quello di viaggiare gratis fino a 14 anni (anche non accompagnati), sconti del 25% per giovani e anziani anche fuori Milano e un ulteriore sconto dell’85% per i redditi bassi (ISEE <6.000€).
Per i cittadini del Nord Milano i vantaggi saranno i seguenti: per i Comuni afferenti la Terza Corona (Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Cusano Milanino, Cologno Monzese, Sesto San Giovanni) con il nuovo biglietto unico, l’abbonamento annuale scenderà da 498€ a 460€, il mensile da 55€ a 50€; si potrà viaggiare in tutta Milano e nei Comuni di prima fascia. Per quanto riguarda invece i cittadini di Paderno Dugnano, facenti parte la Quarta Corona, l’abbonamento annuale diminuirà da 685€ a 552€ e il mensile da 79€ a 60€; si potrà viaggiare in tutta Milano e nei Comuni di seconda fascia fuori Milano.
Gli abbonamenti Trenord rimarranno invece invariati.
Ringraziamo l’impegno di tanti amministratori locali PD che si sono battuti per questa importante riforma e, soprattutto, per il lavoro fatto dall’assessore alla Mobilità del Comune di Milano Marco Granelli e dal consigliere delegato ai Trasporti di Città metropolitana Siria Trezzi.
Il biglietto unico integrato di fatto invoglierà sempre di più i cittadini nord milanesi ad utilizzare i mezzi pubblici a vantaggio della qualità dell’aria e dell’ambiente e a sentirsi più cittadini di quella Città Metropolitana che, anche grazie a questo provvedimento, comincia a prendere davvero forma.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie dal Nord Milano

A35 Brebemi, l’autostrada sempre più apprezzata dagli autotrasportatori, sarà all’European Truck Festival il 29 e 30 giugno.

Brescia, 28 giugno 2017. Dal 29 al 30 giugno A35 Brebemi sarà presente con un proprio stand alla Manifestazione European Truck Festival “Eroi su strada”, che da quest’anno si svolge per la prima volta al Centro Fiera del Garda a Montichiari (BS). L’unico raduno italiano dedicato agli appassionati del tuning e della customizzazione del camion, nelle edizioni precedenti, ha visto un numero sempre più alto di partecipanti e la A35 Brebemi non poteva mancare a questa importante manifestazione che prevede spettacoli, street food e un’area interna coperta per l’esposizione, per gli incontri e per tutte le altre attività.

A35 Brebemi è sempre più amata dagli autotrasportatori e dalle imprese ma anche da pendolari e businessman, su entrambi i sensi della tratta Brescia-Milano, per i suoi tempi certi di percorrenza e per la sua sicurezza. L’ulteriore conferma di questa preferenza e costante crescita nelle percorrenze è indicata dai dati diffusi da AISCAT, che nel suo recente rapporto evidenzia per la A35 un aumento record del traffico del +20,9% e del + 20,6% dei veicoli pesanti che rappresentano circa il 30% del traffico totale su questa autostrada. Questo anche grazie alla promozione “Best Price” (sempre attiva) che dà diritto ad uno sconto del 20% ad autotrasportatori, automobilisti e motociclisti (info su brebemi.it).

Sicurezza, tempi certi di percorrenza, nuove e moderne aree di servizio, controllo video e asfalto drenante su tutta la tratta, corsie di percorrenza più ampie rispetto alla media, sono solo alcuni dei vantaggi che fanno della A35 Brebemi l’autostrada ideale per gli autotrasportatori e per il settore logistico, quest’ultima affermazione confermata anche dalla recente apertura del moderno polo di Italtrans a Calcio (Bg).

A35 Brebemi è il collegamento autostradale direttissimo tra Brescia e Milano, la via più veloce e sicura tra le due città. L’infrastruttura, attiva dal 23 luglio 2014, ha un’estensione di 62,1 km a cui sono state aggiunte la stazione di esazione di Castegnato e le rampe di interconnessione con l’autostrada A4. L’autostrada è raggiungibile dalla città di Brescia attraverso l’autostrada A4 (prendendo la rampa di uscita dopo Brescia Ovest in direzione “A35 Milano – Linate”, dal 13 novembre 2017), la Tangenziale Sud di Brescia e la SP19 oppure utilizzando la nuova A21 (Corda Molle). I caselli dell’autostrada sono sei: Chiari Ovest, Calcio, Romano di Lombardia, Bariano, Caravaggio e Treviglio. Superato l’ultimo casello di Treviglio, ci si immette nell’A58 Tangenziale Est Esterna Milano (TEEM) che consente all’A35 Brebemi di raggiungere la A1 all’altezza di Melegnano, la A4 all’altezza di Agrate, Linate e l’Area Metropolitana di Milano tramite due svincoli, a destra, Pozzuolo Martesana e a sinistra Liscate, che sboccano rispettivamente sulla SP103 Cassanese e sulla SP14 Rivoltana. A35 Brebemi ha ricevuto tre importanti riconoscimenti internazionali, in Usa e UK, quale miglior project financing infrastrutturale.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie dal Nord Milano

MIRABELLI (PD), Il Sindaco di Sesto si fermi ANED non può perdere la sede.

Roma, 25 giugno 2019 - "Il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano, lo stesso che ha cancellato dalla carta intestata del Comune la dicitura 'città medaglia d'oro della Resistenza', ha annunciato che tra un mese lo stabile dove ha sede l'Associazione nazionale ex deportati (Aned) di Monza e Sesto San Giovanni sarà sgomberato e l'archivio alienato. Quest'associazione è un'importante istituzione di valore nazionale che in 20 anni di attività ha raccolto i nomi e le storie di oltre 11 mila deportati politici nei campi di concentramento. Non può chiudere, il sindaco ci ripensi e il governo intervenga". Lo dice il senatore Franco Mirabelli, vicepresidente del gruppo del Pd e eletto nel collegio di Sesto, che è intervenuto nell'aula del Senato per denunciare il fatto.
"L'Aned - ha proseguito Mirabelli - è importante proprio a Sesto San Giovanni e a Monza perché lì si trovavano le fabbriche da cui vennero deportati a centinaia gli oppositori al regime nazifastista. Ogni anno organizza i viaggi degli studenti nei lager, l'archivio è un punto di riferimento importante per gli storici a livello internazionale. Non si può cancellare la storia di Sesto San Giovanni, che ha avuto una parte fondamentale nella Resistenza e per questo presenteremo anche un'interrogazione parlamentare".

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

PD Nord-Est Milanese " Al Sindaco Di Stefano non interessa conservare e coltivare il tessuto sociale di questa città "

IL PARTITO DEMOCRATICO ZONA NORD-EST MILANESE CONDANNA LA MESSA ALL’ASTA DELLA “PRIMA” CASA DELLE ASSOCIAZIONI SESTESI AD OPERA DEL SINDACO ROBERTO DI STEFANO
Il Partito Democratico Zona Nord-Est Milanese esprime massima preoccupazione per la decisione dell'amministrazione di Sesto San Giovanni di mettere all'asta le sedi di importanti associazioni locali, fondamentali per il tessuto sociale sestese. Aned, AVIS, FREECAMERA, CAI, AUSER, Ventimila Leghe, Mutilati e Invalidi e Maestri del Lavoro sono solo alcune delle associazioni che grazie al Sindaco non avranno più una casa nonostante siano tutte in regola sia come contratti che come pagamenti degli affitti.
Al Sindaco Di Stefano non interessa conservare e coltivare il tessuto sociale di questa città; ha al contrario il preciso scopo di smantellarlo per non doversi confrontare con le realtà del territorio. Di Stefano si mostra nemico delle associazioni che storicamente hanno operato e operano in Città ed è da subito dopo essersi insediato che cerca di cacciarle dalle sedi non considerando strategico il loro agire per il benessere della comunità.
«Questo è solo il più recente di una serie di attacchi delle amministrazioni di destra alle associazioni presenti da anni nei comuni della nostra zona. - commenta il Responsabile Cultura di Zona Valerio Moccia - A titolo d’esempio basti pensare a quanto già messo in atto dal Sindaco Ghilardi a Cinisello nei confronti del gruppo lettura del Pertini, o a quello che sta succedendo a Bresso sotto l’amministrazione Cairo con la gestione dell’area Iso Rivolta!»
Il Coordinatore di Zona Carlo Vitti afferma «La gravità dell'azione e la scorrettezza del gesto compiuto da Di Stefano sono qualcosa che va denunciato e combattuto con fermezza. Il PD di Zona è a fianco del PD sestese e dell’associazionismo cittadino per trovare una soluzione a questo grave e spiacevole episodio.»

Responsabile Comunicazione Zona Nord-Est Milanese

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie dal Nord Milano

Comitato Rete 22 Ottobre per l'Autonomia

17 Giugno 2019
Il Comitato Rete 22 Ottobre per l'Autonomia è lieto di invitare la Stampa al convegno 'L' AUTONOMIA CHE VOGLIAMO" che si terrà a Milano il 19 Giugno a partire dalle ore 20.30 presso l'hotel Admiral in via Domodossola 16. Il mondo Autonomista lombardo sì ritrova e si confronta per riempire di contenuti la scatola della Autonomia, voluta da quasi tre milioni di Lombardi con il Referendum del 22 Ottobre 2017 e che, ad oggi, il Governo giallo-blu lascia vuota con la promessa di una Autonomia a costo zero per lo Stato mentre continua l'esproprio di 56 miliardi all'anno di residuo fiscale dei Lombardi verso Roma e verso il Sud.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Chiusura A4, domenica 16 giugno

A35 Brebemi assicura come sempre il collegamento veloce Est-Ovest da Brescia a Milano e verso l’Aeroporto di Orio Al Serio (Bg).
Brescia, 14 giugno – Domenica 16 giugno, dalle 8:00 alle 16:00, la A4 Milano-Brescia sarà chiusa al traffico, per le operazioni di disinnesco e brillamento di una bomba americana della Seconda Guerra Mondiale, sia nel tratto tra Seriate e Rovato (verso Brescia/Venezia) sia tra il bivio con A35 Brebemi e Ponte Oglio (verso Milano), salvo variazioni.
Il collegamento dal Nord-Est e da Brescia verso Milano e il Nord-Ovest (così come naturalmente nel percorso inverso da Ovest verso Est) sarà assicurato da A35 Brebemi, la direttissima Milano-Brescia sempre più apprezzata e utilizzata da automobilisti e camionisti come dai recenti dati AISCAT pubblicati, che per l’occasione potenzierà il servizio.
Per chi dal Nord-Est dovrà raggiungere Orio Al Serio (l’Aeroporto sarà regolarmente aperto domenica), la soluzione migliore sarà scegliere la A35 Brebemi con uscita consigliata a Treviglio.
Ecco i consigli di viaggio.
Da EST (Verona/Venezia) verso OVEST (Milano/Torino): dopo l’uscita di Brescia Ovest sulla A4, prendere lo svincolo A35 Brebemi verso Milano-Linate.
Da Brescia centro prendere la Tangenziale Sud per immettersi direttamente sulla A35, direzione Milano.
Dopo aver percorso tutta la A35 Brebemi, prendere la A58 TEEM verso Nord per Torino-Malpensa, verso Sud per Bologna oppure la variante di Liscate per raggiungere Milano-Linate e direttamente il centro città.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie dal Nord Milano

18 giorni di musica live con affermate tribute band nazionali, gruppi rock emergenti.

Piatti preparati al momento e stand di birra per veri intenditori: al via l’ottava edizione del Rocktoberfest
La grande festa della birra di Vizzolo Predabissi (Milano), rigorosamente a ingresso gratuito, avrà luogo ogni sera dal 13 al 30 giugno. Ospite d’eccezione della prima settimana Maurizio Solieri, storico chitarrista di Vasco Rossi

VIZZOLO PREDABISSI, 12GIUGNO 2019 - Ottava edizione del Rocktoberfest: si accende l’estate della provincia di Milano con l’evento più atteso della bella stagione. La kermesse musicale, organizzata da Club Magellano dal 13 al 30 giugno nell’area feste di Vizzolo Predabissi (in via Verdi), si spalma su 18 serate (dalle 19.00 alle 02.00) con concerti ad alto volume, piatti appetitosi, birra e diverse attrazioni.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie dal Nord Milano

Pizzul: Per interventi e manutenzione serve un miliardo ma la regione impegna solo 5ml.

I comuni e le province lombarde hanno in programma interventi sulle scuole per circa un miliardo ma le risorse a disposizione coprono circa un quarto, e sono in gran parte statali mentre la Regione prevede di mettere a disposizione solo cinque milioni. Intanto, delle quasi seimila scuole lombarde facenti capo agli enti locali, il 30% è primo di certificato di collaudo statico, il 62% del certificato di prevenzione incendi, il 44% di agibilità/abitabilità, nel 20% non sono stare rimosse le barriere architettoniche e il 30% è privo di accorgimenti per il risparmio energetico.
È quanto è emerso questa mattina in Consiglio regionale con l'approvazione delle linee guida per gli interventi sul patrimonio scolastico lombardo, approvate con l'astensione del gruppo democratico.
“La Regione approva documenti ma non aumenta le risorse – spiegano per il Pd Fabio Pizzul e Paola Bocci - e quelle che oggi sono a disposizione di comuni e province risalgono in gran parte a stanziamenti dei governi precedenti a guida Pd. Prima del governo gialloverde c'era il programma Italia Sicura che aveva un filone dedicato alle scuole, ma il nuovo esecutivo l'ha voluta chiudere. La Regione, di suo, ha stanziato 9 milioni nel bando del 2017, di cui effettivamente utilizzati 4,6, mentre per il bando 2020 ipotizza di stanziare 5 milioni. L'attenzione alla scuola si misura anche con l'impegno economico che si è disponibili a mettere in campo, è sempre una questione di priorità.”

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Informazioni aggiuntive