Notizie da Paderno Dugnano

Bonus Libri agli studenti delle Scuole Secondarie di Primo Grado: confermato per l’a.s. 2019/2020 alle famiglie con ISEE fino a 20mila euro

La Giunta comunale ha confermato anche per l’anno scolastico 2019/2020 il Bonus Libri per gli studenti iscritti alle Scuole Secondarie di Primo Grado che sarà riconosciuto alle famiglie che ne faranno richiesta con la formula del rimborso sulla spesa effettivamente sostenuta. Rimangono invariate, infatti, le quote definite negli anni precedenti: fino a 210 euro per gli alunni della prima classe, fino a 160 euro per quelli delle seconde e delle terze. L’avviso sarà pubblicato a settembre sul sito comunale e sarà aperta una finestra d’accesso fino a novembre per consentire ai genitori di presentare la domanda esclusivamente attraverso la piattaforma online.
Da quest’anno, oltre alla residenza in città e all’iscrizione scolastica, è stato previsto come requisito d’accesso la presentazione di una certificazione ISEE pari o inferiore ai 20.000 euro, in linea con i parametri adottati da Regione Lombardia per le diverse misure di sostegno alle famiglie (Nidi Gratis, Dote Sport, Bonus genitori separati, Voucher Anziani e Disabili).
“Riteniamo il Bonus Libri un’azione di sostegno alle famiglie nell’ottica di un contributo alla frequenza e all’inclusione scolastica. Introduciamo da quest’anno anche l’indicatore ISEE, tra l’altro prevedendo un tetto di 20mila euro che include anche tante famiglie con doppio reddito, per un principio di equità sociale a vantaggio di chi ha più realmente bisogno – commentano il Sindaco Ezio Casati e l’Assessore alla Scuola Anna Varisco - Non applichiamo nessun taglio allo stanziamento comunale perché, come abbiamo chiaramente espresso nella delibera approvata dalla Giunta, tutte le economie che saranno accertate rispetto al finanziamento previsto sul Bonus Libri saranno destinate a implementare i servizi educativi scolastici per gli studenti con disabilità. Le prime stime, in vista dell’anno scolastico che inizierà a settembre, ci dicono, infatti, che c’è un bisogno sempre più crescente nelle scuole cittadine per i nostri bambini e il Comune ha il dovere di garantire la più ampia assistenza possibile”.
L’Amministrazione Comunale

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Informazioni aggiuntive