Notizie da Sesto San Giovanni

Roberto Di Stefano FIDaspo Urbano raggiunti 500 ordini di allontanamento.

DASPO URBANO, A SESTO SG RAGGIUNTI I 500 ORDINI DI ALLONTANAMENTO. DI STEFANO "STRUMENTO PREZIOSO E APPREZZATO, SESTO MODELLO SULLA SICUREZZA URBANA"
In merito alla sicurezza urbana e al lavoro costante della Polizia Locale sul territorio l'amministrazione comunale di Sesto San Giovanni informa che sono stati raggiunti i 500 ordini di allontanamento (precisamente 501) da quando, poco dopo l'insediamento della nuova amministrazione, si decise di utilizzare i daspo urbani, approvati dal Parlamento pochi mesi prima, per contrastare fenomeni quali bivacchi, commercio abusivo di merce contraffatta o non regolare e altre situazioni che comportano degrado e insicurezza in città.
Nei primi 6 mesi di quest'anno sono stati eseguiti dalla Polizia Locale 127 ordini di allontanamento. Nel 2018 furono 205, nel 2017 169. Nel tempo sono cambiati anche i destinatari di questi provvedimenti. Inizialmente la Polizia Locale si concentrò in particolare sul commercio abusivo nei mezzanini delle metropolitane e nel contrasto ai bivacchi molesti intorno ai negozi, fenomeni nel tempo debellati o comunque ridotti. Ora l'attività si concentra maggiormente sui comportamenti vietati nei giardini, i fenomeni di ubriachezza molesta in città, i bivacchi con birra e altro davanti ai negozi e le vendite abusive merce per strada.
I destinatari di questi ordini sono di varie nazionalità, provengono per la maggior parte da Romania (soprattutto di etnia rom, 164 dal 2017), Nigeria (89), Bangladesh (57) Senegal (35), Perù (30). Il tasso di recidiva nei comportamenti scorretti è piuttosto basso e si attesta su un 10%, a dimostrazione che lo strumento è efficace dal punto di vista della deterrenza.
"Ormai Sesto San Giovanni rappresenta un comune simbolo sul lato della sicurezza - commenta l'assessore alla sicurezza Claudio D'Amico - avendo creato un sistema virtuoso e positivo di contrasto a determinati atti illeciti e avendo utilizzato la Polizia Locale finalmente non solo per fare multe. Grazie agli allontanamenti abbiamo risolto numerosi problemi sul territorio, chiudendo una fase di lassismo, buonismo e incapacità di intervenire sul territorio che aveva contraddistinto la precedente amministrazione di sinistra. Sesto San Giovanni è ora più tranquilla, i reati sono in calo come dimostrano tutte le statistiche. Questo importante lavoro dimostra che quando c'è la volontà politica si possono ottenere risultati egregi e visibili. Questi dati evidenziano anche una netta differenza rispetto a comuni vicini, come Milano, dove ancora sono alla fase di discussione su "Daspo sì, Daspo no" e sui limiti e ambiti in cui portare avanti questi provvedimenti. La sinistra continua a dimostrarsi poco incisiva e attenta sulle questioni di sicurezza urbana e degrado"
"Siamo molto soddisfatti del lavoro della Polizia Locale e del presidio costante sul territorio, particolarmente apprezzato dalla cittadinanza. In questi 2 anni - commenta Roberto Di Stefano, Sindaco di Sesto San Giovanni - siamo diventati un modello nazionale per l'utilizzo dei daspo, con risultati eccellenti nel contrasto a situazioni di insicurezza, degrado e commercio abusivo. Ho ricevuto nel tempo numerose richieste di collaborazione da altri sindaci, che mi han chiesto come replicare il nostro modello che nei numeri ha raggiunto cifre da record nazionale. La sinistra all'inizio ci accusò di una svolta repressiva e dell'utilizzo sbagliato della Polizia Locale in compiti sulla sicurezza, pur utilizzando uno strumento introdotto da loro stessi al governo. Ora dopo 2 anni leggo che comuni a guida Pd incominciano a utilizzarli o a valutarne l'estensione. Continueremo a utilizzare la Polizia Locale, che ringrazio, in queste attività vista la professionalità ed efficacia degli agenti, modulando nel tempo dove e come intervenire in base alle necessità."

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Informazioni aggiuntive