Notizie da Sesto San Giovanni

Art UNO vuole un posto nel c.d.a della Pelucca. " non sono gli eletti che fanno la differenza, ma come la si gestisce "

“Rimango sbigottito, afferma Canio Di Ruggiero consigliere uscente del Cda della Fondazione Pelucca, di fronte al fatto che il Sindaco nell’occasione del rinnovo del Cda nomini come consiglieri per la parte che da Statuto spetta al Comune quattro personalità tutte legate al centrodestra venendo meno alla consolidata prassi seguita da sempre per cui nelle nomine da parte dell’ente locale erano sempre presenti anche personalità delle forze di opposizione, giova ricordare che Monica Chittò nominò nel Cda l’attuale Presidente Berti di Forza Italia; la Fondazione Pelucca è un patrimonio di tutta la città e con questo spirito è sempre stata gestita e con questa concezione sempre l’amministrazione si è rapportata ad essa. Stupisce poi che la nomina dei quattro consiglieri da parte del Sindaco sia fatta per 24 mesi quando lo statuto prevede che il Cda resti in carica per cinque anni tant’è che i consiglieri che saranno eletti dai Benefattori lo saranno per quella durata; questo pone delle domande su cosa in realtà abbia in mente il Sindaco sul futuro e sul ruolo della Fondazione in città e quanto su questa decisione pesi la riscrittura in atto degli interventi sociali dell’amministrazione”.
Per parte nostra sottolineiamo quanto queste decisioni rimarchino la concezione di governo di Di Stefano che costantemente nega il dialogo con la città e con tutte le sue componenti e ci piacerebbe sapere cosa ne pensano i “civici” di Caponi e le liste che con lui si sono presentate nel 2017, quella “coalizione civica” che due anni fa si era presentata come paladina del dialogo e della partecipazione e dopo essere stata premiata dagli elettori ha letteralmente regalato ad una minoranza il governo della città.
Ribadiamo che le opposizioni, a partire da quelle presenti in Consiglio Comunale non possono rimandare oltre l’inizio di un percorso aperto e partecipato per la costruzione di una alternativa di governo cittadino.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Chiamami tu dammi un nome.

Venerdì 17 maggio alle ore 10.30 presso i Giardini della Villa Zorn ci saranno le premiazioni del concorso dal titolo “ChiAMAMI tu, dammi un nome”.
Questo concorso è nato dall’iniziativa dell'Assessorato all'Ambiente che ha voluto promuovere un percorso di educazione, sensibilizzazione e avvicinamento per la cura ambientale, rivolto agli alunni delle classi prime delle Scuole primarie pubbliche e private della Città.
Ciascuna classe, opportunamente coinvolta tramite le rispettive Direzioni Scolastiche, è stata impegnata nella scelta di un solo nome univoco da attribuire ad un albero, un Platano secolare appositamente individuato dal Servizio tecnico competente all'interno del Giardino storico di Villa Zorn di Via Cesare da Sesto.
La Commissione Giudicatrice è composta da Rappresentanti dei seguenti Enti operanti nell'ambito dello sviluppo sostenibile: Gruppo Cap, Ersaf (Ente Regionale per i servizi all'agricoltura e alle foreste), Regis (Rete dei Giardini Storici) e commissione Ambiente Regionale.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Domani Sesto San Giovanni rappresenterà la Lombardia nella  " corsa contro la fame "

DOMANI SESTO S.GIOVANNI RAPPRESENTERA’ LA LOMBARDIA NELLA “CORSA CONTRO LA FAME”: IL PROGETTO MONDIALE DI DIDATTICA SOLIDALE CHE SENSIBILIZZA E RACCOGLIE FONDI CONTRO LA MALNUTRIZIONE
Sono 200 gli alunni di 10 classi del Liceo Statale "Erasmo da Rotterdam" che si impegneranno martedì nel comune obiettivo di costruire un mondo libero dalla Fame e di raccogliere fondi per Azione contro la Fame (www.azionecontrolafame.it), organizzazione da 40 anni in lotta contro la fame e la malnutrizione infantile in 50 Paesi. La corsa si terrà nel parco vicino alla scuola.
Milano, 13 maggio 2019,

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Caso Simenet, SICLARI (FI) interroga il Ministro: La salute è un diritto di tutti non solo dei ricchi

“Premetto che trovo sconcertante che ancora parlando di diritto alla salute ci sia la necessità di fare distinzioni di classe sociale e trovo ancor più ingiusto che questo Governo non si attivi affinché il diritto alla salute venga garantito a tutti non solo a chi può permettersi cure e farmaci a pagamento. Che servizio sanitario pubblico è se non riescono a garantire dei farmaci salvavita?”.
Il senatore azzurro Marco SICLARI tuona contro il Governo e interroga il ministro alla salute Grillo sul caso Asmenet un farmaco introvabile vitale per chi è affetto dal Parkinson.
“Come ampiamente documentato da vari reportage giornalistici, carta stampata e televisione (da ultimo le notissime trasmissioni “Striscia la notizia” e “Che tempo che fa” nella stragrande parte del Paese manca nelle farmacie il farmaco utilizzato giornalmente dagli affetti dalla malattia di Parkinson e dalla sindrome parkinsoniana, basato sui principi attivi Levodopa e Carbidopa sia nella forma commercialmente più nota del Simenet che nella forma generica; al di là della necessità per l’oltre mezzo milione di malati che lo utilizzano quotidianamente per lenire gli effetti devastanti della malattia, la stampa ha avanzato l’ipotesi che la mancanza del farmaco dipende dalla speculazione delle case farmaceutiche produttrici che avrebbe interesse a vendere il farmaco all’estero ovvero tramite il canale internet dall’estero per poter applicare un prezzo triplo o addirittura quadruplo di quello praticato in Italia; in tal senso anche le giustificazioni dell’AIFA non convincono e non rassicurano, infatti l’autorevole agenzia, pur parlando di carenza momentanea, non ha preso impegni per il futuro ed anzi ha ammesso che potrebbero in futuro ripetersi disagi legati alla irreperibilità del farmaco, con ciò non solo non fugando i dubbi, ma addirittura alimentando le polemiche e le perplessità
è evidente l’emergenza tanto sanitaria che colpisce i malati, quanto sociale che subiscono interi nuclei familiari che hanno la sventura di dover gestire una malattia così grave e degenerativa. Per questo interrogo il Ministro per sapere se con il Governo siano a conoscenza di questa situazione e quali misure intende adottare per eliminare tale gravissimo disservizio al fine di tutelare la salute dei malati del morbo di Parkinson”, ha concluso il senatore azzurro.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Gianpaolo Pietra SestodemocraticaArticolo UNO: Per una nuova Europa, per il rafforzamento della famiglia Socialista Europea.

Al Congresso di Bologna Articolo UNO ha deciso di rispondere positivamente all’appello lanciato dai vertici del Partito Socialista Europeo di lavorare per il rafforzamento della rappresentanza Socialista nel Parlamento Europeo evitando dannose dispersioni di voti in una fase nella quale appare prioritario rafforzare le forze progressiste e antifasciste per arginare l’ondata dei nazionalismi e per aprire una nuova stagione europea che si sviluppi sulla base di politiche di equità sociale, per il lavoro e gli investimenti, di accoglienza e gestione unitaria dell’immigrazione, per lo sviluppo di una vera politica ambientalistica.
Articolo UNO ha deciso di mettere a disposizione le proprie energie e le proprie forze per la formazione di una lista unitaria e aperta dei partiti che si riconoscono nella famiglia Socialista europea e, sebbene questa disponibilità sia stata colta solo in parte ha deciso di partecipare al prossimo appuntamento elettorale nella lista PD- Siamo Europei- PSE appoggiando i propri candidati dove presenti ( Maria Cecilia Guerra nella circoscrizione Nord Ovest e Massimo Paolucci nella circoscrizione Sud) e le figure presenti nella lista che meglio possono rappresentare un percorso, un’esperienza e dei valori condivisibili (per esempio nelle circoscrizioni Centro e Isole Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa).
Nella circoscrizione Nord Ovest non sono presenti candidati di Articolo UNO, ma anche qui lavoriamo per lo stesso obiettivo individuando le candidature che meglio interpretano valori vicini ai nostri che pensiamo possano essere di contributo alla costruzione di una nuova Europa.
La nostra sezione ha individuato nella circoscrizione tre figure per le quali invita a votare scrivendo il loro nome sulla scheda elettorale accanto al simbolo della lista:
Brando Benifei, giovane europarlamentare uscente impegnato sui temi dell’integrazione europea con attenzione alle giovani generazioni.
Anna Mastromarino, convinta europeista impegnata, amica e vicina a Libera, professoressa di Diritto Comparato all’Università di Torino.
Pierfrancesco Maiorino, assessore alle politiche sociali del Comune di Milano il cui impegno sul fronte dei diritti sociali e delle battaglie per l’uguaglianza è noto.
Per una nuova Europa, per il rafforzamento della famiglia Socialista Europea.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Che fine a fatto il centro sportivo polivelente dell'area Falck Vulcano ?

Il Sindaco Di Stefano e l'Assessora Pini brandiscono come un'arma impropria lo sbandieramento della riapertura della piscina Carmen Longo come cosa già fatta e alcuni organi di stampa riprendono la notizia come se fosse già cosa certa e definita.
Forse un po' di chiarezza non guasta dato che al momento è stata fatta solo una perlustrazione per capire chi e se avesse interesse a presentare un progetto e di fronte ad una sola manifestazione si da la riapertura e la ristrutturazione come già decisa mentre in realtà il disegno di cofinanziamento pubblico/privato deve passare in Consiglio Comunale dopodichè deve essere aperta una procedura di manifestazione di interesse e in seguito la gara vera e propria e quindi sbandierare oggi la data di apertura per l'estate 2021 pare quantomeno un po' azzardato.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

Per fare spazio alla cittadella dello sport e alla nuova piscina sparirà un pezzo di Via F.lli Bandiera. " la decisione in CC il 21 maggio "

RIAPRIRA’ LA PISCINA CARMEN LONGO, PRESENTATO PROGETTO PER RIQUALIFICAZIONE STRUTTURA
L’amministrazione comunale comunica la fine positiva del processo di verifica del progetto di fattibilità per la riqualificazione e riapertura della piscina Carmen Longo. Si ricorda che dal 2015 l’impianto è stato messo fuori esercizio dalla precedente amministrazione, a causa dell’aggravarsi delle condizioni di degrado e da quell’anno il Comune non mette più a disposizione dei cittadini la struttura.
L’amministrazione comunale ha da subito valutato prioritario ricreare le condizioni per un servizio che il Comune ritiene qualificante e caratterizzato da rilevanti elementi di interesse pubblico. Ha quindi immediatamente aperto un avviso esplorativo per individuare operatori economici interessati alla riqualificazione e gestione della piscina “Carmen Longo”, da compiersi mediante lo strumento della finanza di progetto.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Notizie da Sesto San Giovanni

VADEMECUM PER L’EUROPA

Sesto San Giovanni, 08 maggio 2019
Giovedì sera 09 maggio alle ore 21,00 presso la Sala Affreschi di Villa Visconti d’Aragona a Sesto San Giovanni – Via Dante n.6 si terrà, organizzata dall’Associazione Culturale Sesto Nel Cuore, una interessante serata di informazione e riflessione sulle prossime elezioni europee, per renderci più consapevoli dell’importanza del nostro voto!
Parteciperanno il Prof. Comero, Vicepresidente dell’Istituto Studi Politici diretto da Giorgio Galli con una introduzione storica della Prof.ssa Annalisa Grippa.
Seguirà, alla fine, un dibattito con i presenti.
Gianpaolo Caponi
Presidente Associazione Culturale Sesto Nel Cuore

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Informazioni aggiuntive